domenica 9 marzo 2008

2008: Adesso!

Ieri sera al Branca i Casino Royale hanno offerto l'ennesima grande prova.

Li considero una delle migliori band italiane contemporanee. Ho assistito a una loro esibizione per la prima volta nel 1995 e da allora li ho sempre seguiti con attenzione e affetto, fra performance live, dischi, apparizioni in TV, presentazioni radiofoniche e anche fugaci frequentazioni personali. Merito del comune amico Francesco, che mi ha sempre tenuto aggiornato sugli sviluppi e le alterne vicende di questo progetto interessante e multisfaccettato. Le sue vicende personali sono state così fortemente caratterizzate dalla musica e dalla vita del gruppo da portarlo a scrivere "E di sorpresa abbiamo 40 anni", un libro molto intenso e personale, dedicato proprio a questa sorta di "destino incrociato". Merito anche di mio fratello Marco, che ha collaborato con alcune delle loro tante incarnazioni e sembra proprio sul punto di tornare a farlo. Specialmente considerata la particolare impronta con cui hanno deciso di caratterizzare i loro ultimi concerti.

Il gruppo, infatti, sta portando in scena un arrangiamento in chiave reggae (anzi, "rocker reggae") di alcuni pezzi tratti dall'album più recente, intitolato "Reale", e dei loro "classici" che meglio si prestano a determinate sonorità. Sul palco la band sembra soddisfatta e divertita da questa opportunità, interpreta tutti i brani con calore e trasporto, comunicando al pubblico le giuste sensazioni. Il lavoro di "adattamento" è riuscito alla perfezione e ogni canzone suona benissimo, come se fosse stata scritta e composta per trovare questo apposito sbocco. Questi "remix reggae" dimostrano grande amore per il genere e arricchiscono le versioni originali, senza tradirne lo spirito, ma offrendocene un punto di vista diverso. Tutto è fatto con molta cura, stile e passione, che sprizzano dallo stage e contagiano il pubblico. Il risultato finale è uno spettacolo denso e appagante, un concerto in cui ci si fa rapire dalla vibrazione e da cui si esce decisamente soddisfatti, per la qualità della performance e l'efficacia del materiale proposto. Quella che è stata ufficialmente battezzata come la "Royale'sRockersReggaeSession" farà tappa live in un altro paio di città, poi... a quel che ho capito... sarà anche registrata in studio e offrirà a tutti la possibilità di ascoltare su CD questa rivisitazione di alcune fra più belle canzoni italiane dei nostri tempi.

Anche questa volta i Casino Royale dimostrano di non arrestare la loro evoluzione. Sono sempre capaci di reinventarsi e rinascere, senza mai aver paura di sperimentare e di rimettersi in gioco. Guardandosi continuamente attorno e recependo stimoli da quello che li circonda, ma senza mai dimenticarsi di dare ogni tanto uno sguardo anche al loro passato, decisamente "targato ska". Per poi tirar fuori, in maniera assolutamente naturale e fluida, qualcosa di completamente nuovo, sensazioni e suoni che ancora una volta sono capaci di far stare bene chi li ascolta. Proprio come è accaduto ieri. Davvero un grande live, perfetto per chi vuole ascoltare bella musica e ballare. Per quel che mi riguarda, insomma, questa nuova idea è promossa in pieno. E adesso non resta solo che attendere l'uscita del disco e sperare in un successivo tour estivo, per godere di nuovo dell'inconfondibile "Royale sound" in versione "giallo, rossa e verde".



PS: era parecchio tempo che non facevo un salto a Roma, ma credo di aver scelto la serata giusta per tornarci. Sono stato davvero soddisfatto dall'atmosfera che si respirava nel club capitolino, sebbene sia sempre strano ricordare come sia cambiato da quando lo frequentavo le prime volte... un centro sociale di due stanze, senza nemmeno il patio all'esterno... mentre ora è un locale di tutto punto. Ma in fondo l'importante è che dia sempre spazio a eventi come questo e che io continui a sentirmi a mio agio ogni volta che ci torno. Per quanto le cose siano diverse e per quanto passino gli anni... in quelle sale cariche di suono e ricordi riesco ancora a fare anche piacevoli incontri, neppure tanto inattesi...

3 commenti:

mendo ha detto...

che coincidenza, Carla è andata a vederli due sabati fa in provincia di Padova. E le sono anche piaciuti!

Io invece penso di non sapere nemmeno chi sono :)

Lucilla ha detto...

Ok, con l'oggetto del post non c'entra niente, ma è un modo velocissimo per scriverti.
Volevo dirti.... TUTTO OK!!!
ora si che sono davvero felice!
la prossima volta voglio almeno una giornata intera per straparlare con te!

Matteo Losso ha detto...

@ Mattia - Grande Carla, si vede che ha buon gusto! E tu dove eri? Dovresti seguire la tua compagna in questi eventi! Martedi troverai il disco più bello di Casino Royale ad attenderti in redazione: sentirai, sono certo piaceranno anche a te.
@ Lucilla - Sono contentissimo per te, ma... mi consenta... quì si usa il mezzo pubblico per fine privato :-)
Una giornata intera mi sembra una richiesta esosa (e che è, mi vuoi rapire?), ma ti metterò in contatto con il mio manager Alessio. Sii fiduciosa.

 

Inner Scanner in versione ottimizzata per iPhone

Related Posts with Thumbnails